Nell'ultimo periodo si è alla continua ricerca di forme di investimento dove poter mettere il proprio denaro e farlo fruttare nella speranza di ottenere un margine di guadagno futuro quanto meno interessante e soprattutto senza rischiare di perdere i risparmi accumulati in una vita di sacrifici. Per questo motivo molti risparmiatori stanno rivolgendo l’attenzione ai titoli di Stato, perché considerati più sicuri e con diversi vantaggi, come i BOT ed i CCT. Cerchiamo di comprendere meglio cosa siano e come funzionano questi titoli ed i loro relativi vantaggi grazie alla guida fornitaci dal sito finanziario RisparmioeInvestimento.

Cosa sono i BOT

I BOT, Buoni Ordinari del Tesoro, sono titoli a breve termine e con scadenza a 3, 6 o 12 mesi ed il cui collocamento avviene a fine mese per quelli semestrali ed a metà mese per quelli annuali. Il rendimento dei BOT è legato al rimborso del titolo a valore nominale dopo emissione sotto la pari e possono garantire un'ottima sicurezza e un tempo limitato piuttosto breve per cui saranno vincolati i nostri soldi.

I vantaggi nell’investire in BOT possono essere così riassunti:

  • Sono a basso rischio
  • Hanno breve durata
  • È facile calcolare il loro rendimento.

Di contro, lo svantaggio principale dei BOT è il guadagno, molto vicino al tasso d’inflazione e quindi difficilmente elevato.

Cosa sono i CCT

I CCT o Certificati di Credito del Tesoro sono titoli emessi per mezzo di asta marginale e che hanno la durata di 7 anni. Essi, inoltre, possono essere acquistati all’asta oppure sul mercato secondario dopo la loro emissione, che può verificarsi sia alla pari che sotto la pari e con interessi che maturano ogni 6 mesi e vengono rimborsati in modo posticipato. Il rendimento dei CCT è dato dalla differenza fra il valore di rimborso finale e quello di acquisizione, a cui vengono aggiunti gli interessi delle cedole. Attenzione anche ai CCTeu che sono quelli indicizzati al tasso Euribor a sei mesi. In questo caso la loro oscillazione sarà meno soggetta alle questioni economiche dell'Italia e più legati alla BCE e alle questioni europee e internazionali.

Ricapitolando in breve investire in CCT vuol dire:

  • Basso rischio
  • Buona tendenza alla liquidità
  • Perdite contenute in caso di rimborso anticipato.

Il loro svantaggio, invece, è dovuto all’ essere connessi all’esposizione al rischio monetario. Ma quali BOT o CCT conviene comprare? Ovviamente è una domanda alla quale non si può rispondere con esattezza, ma in generale possiamo dirvi di controllare sempre i rendimenti netti del prodotto che volete acquistare, di basarvi sulla loro scadenza (comprando un titolo che abbia una scadenza che potete rispettare evitando così di perdere soldi prelevandoli prima) ed evitare di comprare meno di 5000 euro di nominale acquisato, vista la tassazione sulla rendita .

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

 
Top
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, Solaci 2008 e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner acconsenti al loro impiego in conformita' alla nostra Cookie Policy. More details…