Si chiama Matteo, frequenta la terza elementare in una cittadina in provin-cia di Ferrara ed ha inventato questa nuova parola. Si tratta dell'aggetti-vo "petaloso" e la maestra è rimasta molto contenta di questo nuovo neo-logismo.

In particolare si stava affrontando una lezione sugli aggettivi in classe ed evidentemente il piccolo bambino non è certamente uno che fa molti giri di parole per descrivere un oggetto. La maestra aveva chiesto di descrivere, appunto, un fiore, per la precisione una margherita e Matteo ha subito scrit-to che era molto petaloso. Questa parola ha subito suscitato interesse nel-la maestra che ha deciso di far scrivere al bambino una lettera all'Accademia della Crusca per sapere cosa ne pensavano loro.

Inaspettatamente l'Accademia ha risposto a Matteo e gli ha fatto i compli-menti. Infatti questa nuova parola è molto piaciuta agli esperti della lingua italiana perché risulta essere "un neologismo molto bello formato da parole altrettanto belle". Per questo motivo hanno proposto al piccolo Matteo di poter inserirla all'interno del vocabolario ma rimane solo un piccolo pro-blema. Come si legge nella lettera di risposta degli esperti, infatti, non è possibile inserire una parola nel vocabolario se ad usarla è solamente chi l'ha inventata. Per questo motivo hanno suggerito al piccolo studente di far utilizzare quella parola a più persone possibile. Solo dopo che una nuova espressione entra nel linguaggio comune della popolazione, infatti, è pos-sibile pensare che essa possa diventare un nuovo vocabolo per tutta la lingua italiana.

Di sicuro, quindi, non verrà inserita a breve nel vocabolario, è vero, ma il ragazzino potrà essere felice, sia adesso sia in futuro, di quanto fatto e si-curamente anche la sua maestra sarà molto orgogliosa. Infatti, come lei stessa dice, una lezione di vita di questo tipo è molto più importante di tan-te cose che si possano insegnare in classe.

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

 
Top
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, Solaci 2008 e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner acconsenti al loro impiego in conformita' alla nostra Cookie Policy. More details…